Colouring Book, contro lo stress vai di pastello!

marzo 3, 2016

Anche se il titolo mi è uscito ambiguo, in questo post non vi scrivo di tinte pastello.


No, il pastello in questione è la matita colorata, quella che abbiamo lasciato sui banchi delle elementari, quella che va temperata, e che in alcune special edition (!!!) se ci passi sopra un pennello umido, si trasforma in acquerello.

Ecco, ora ci siamo capiti.

L’art terapy quindi, ovvero, come curare i malanni legati allo stress con il magico potere delle attività artistiche e creative… e se non sei proprio Picasso, don’t warry, puoi sfogare la creatività che c’è in te, semplicemente colorando disegni fatti da altri.

Da altri molto bravi, si intende, non credo che colorare i pupazzi informi che disegna tuo nipote, per quanto talentuoso, sia lo stesso, poi oh, posso anche sbagliarmi, magari si chiama Pablito.

Mio nipote non si chiama Pablito, per tanto, desideravo ardentemente un colouring book.

Si, lo desideravo, e mio marito, sconcertando tutti tra l’atro (incompresibilmente) me ne ha regalato uno stupenfigo per il mio compleanno, rendendo così meno amaro, quel giorno che mi ricorda, che un’altro anno è andato, ed io invecchio.

Diciamo anche che, come tutti gli uomini, va aiutato, o quantomeno indirizzato, per trovare il regalo perfetto, ed io so essere abbastanza chiara in certe cose, del tipo: “Non me l’hai ancora fatto il regalo per il compleanno? Amore, vorrei tanto dei fiori e un libro da colorare, scegli te il tema”. Messaggio chiaro ed efficace.

Il ragazzo, che mi conosce da un sacco di tempo, ci ha azzeccato in pieno, si è giocato il “jolly” puntando sul tema marino. Ti piace vincere facile?

Il libro in questione si chiama “Atlantide”, le illustrazioni sono di Ka Ho Leung, inutile dire che sono meravigliose, soltanto un tantino complesse… sfogliando il libro la prima reazione che ho avuto è stata: “Wow, sono davvero belle!”, seguita poi da: “Spazi tanto piccoli però, non riuscirò mai ad essere abbastanza precisa”, per finire con: “Scapoccerò (termine tecnico, ndr) prima di finirne uno”;

Ho scoperto cimentandomi di essere molto arruginita, e devo dire che con gli spazi piccoli da riempire, si notano meno tutti gli errori nella stesura del colore (sovrapposizioni dei tratti, spazi bianchi e “toppe” di colore più scure, maculato per intenderci); credo che ci vorrà un po’ prima di completarne uno con un risultato decente, per ora sono al livello 2° elementare.

In realtà è davvero bello colorarle, rilassante, anche per chi come me non ha una pazienza infinita. Credo che ci metterò anni per finirlo tutto, le illustrazioni sono davvero molte, e ci vuole tempo. Bene! soldi ben spesi in un hobby “scarica tensione”, che mi accompagnerà per un sacco di tempo.

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply